Valutazione dei Rischi

UNI ISO 31000:2010 “Gestione del rischio”

In questi ultimi anni a seguito della recente crisi che ha interessato il sistema economico globale, la  disciplina del Risk Management, intesa nella sua accezione più ampia come l’insieme di attività, metodologie e risorse coordinate per individuare, valutare, gestire e monitorare i rischi, attraverso un processo continuo, graduale, pro attivo e integrato nella cultura aziendale, ha acquisito un’importanza sempre maggiore ed è diventata uno strumento indispensabile per proteggere e incrementare il valore d’impresa. Il risk management può essere definito come un processo di identificazione e valutazione dei rischi cui l’azienda è esposta, al fine di decidere la migliore strategia di trattamento degli stessi sulla base di adeguate valutazioni nel tentativo di modificare il livello di rischio proveniente dalle principali aree di business. Un ulteriore passo in avanti portò, invece, il risk management a svilupparsi secondo una logica integrata, ossia a considerare e prediligere gli interessi dell’azienda nel suo complesso, piuttosto che a guardare agli obiettivi delle singole funzioni o unità operative. In particolare, De Loach (2000) afferma che “l’ERM è un approccio metodologico strutturato, pro attivo e disciplinato che prende in considerazione, in un’ottica di conoscenza e valutazione dei rischi, tutti gli aspetti della gestione aziendale: strategie, mercato, processi, risorse finanziarie, risorse umane e tecnologie”.

Risultati attesi

La rinnovata concezione di rischio, che non si limita più alla sola accezione negativa della parola, ma ne accredita anche quella positiva, sviluppando quindi una ambivalenza minaccia-opportunità.

Vantaggi

Il conseguimento della certificazione genererà indiscussi vantaggi per le imprese:
  1. Aumenta la probabilità di raggiungere gli obiettivi;
  2. Migliora l’efficacia e l’efficienza operative;
  3. Migliora l’identificazione delle opportunità e delle minacce;
  4. Migliora la gestione della prevenzione delle perdite e la gestione degli incidenti;
  5. Incoraggia una gestione pro attiva ai problemi e ai rischi, in contrapposizione ad una gestione solo reattiva;
  6. Obbliga a una la rilevazione periodica dei dati relativi alla gestione e all’andamento dell’azienda;
  7. Migliora la confidenza e la fiducia dei portatori di interesse.
Call Now Button
× Whatsapp